A     B         D         F                                                         T                      Y     Z     









U

Up and down

Quale è stata la mia più grande delusione dal 1987 in poi ?
Vedere che tutto ciò che stava scritto in the Joshua Tree, alla fine è stato dimenticato ,(forse ?) proprio dal suo autore.

Non si può pensare di salvare il pianeta, (nessuno ha questo potere), e poi cadere in quelle situazioni imbarazzanti “molto umane”, come scappare dalle grinfie degli esattori delle tasse (sarà vero?), oppure filmarsi su una barca assieme a giovani ammiratrici in atteggiamenti non proprio etici.

Come sono lontane le atmosfere di “Once in a Lifetime”, quando potevamo sentire quella voce cosi rauca e cristallina al contempo duettare senza sfigurare con la “musa” del gruppo dei Clannad, quella Moya Brennan, che forse per prima è stata delusa dal nostro “non ancora mito”.

Prenderlo in giro poi è stato facile, perché i suoi atteggiamenti da profeta erano ormai troppo hollywoodiani, e ogni volta che arrivava, dava il fianco ai suoi detrattori, che negli anni sono aumentati (purtroppo).






Gli altri si salvano perché mediaticamente evitano di seguire la loro “Vox”, ma certamente il vortice trascina anche loro in questa caduta, amplificata ora anche da una nota casa di software.

Eppure amo ancora le loro canzoni, soprattutto quando celebrano vecchi eroi del rock, (Joey), oppure il profeta dei diritti umani (Nelson), ma questo sarà ancora vero,  oppure il solito ménage à trois fra “distrazione mediatica”, casa discografica e un vecchio eroe con la gamba di legno ?

Ma in fondo io chi sono per criticarlo ? Non sono nessuno, solo uno sconosciuto dj di provincia che aveva creduto in quella foto sotto il cielo di Red Rocks.

Fortuna che da subito comunque avevo puntato sul Boss…..


U2 - New Year's Day:
"Sotto un cielo rosso sangue
Una folla si è radunata in bianco e nero
A braccia conserte, i pochi eletti
Il giornale dice, dice
Dice che è vero, è vero ...
E noi possiamo fare breccia
Anche se rotti in due
Noi possiamo essere tutt'uno.".