Beat Generation

“Per me l’unica gente possibile sono i pazzi, quelli che sono pazzi di vita, pazzi per parlare, pazzi per essere salvati, vogliosi di ogni cosa allo stesso tempo, quelli che mai sbadigliano o dicono un luogo comune, ma bruciano, bruciano, bruciano, come favolosi fuochi artificiali color giallo che esplodono come ragni attraverso le stelle e nel mezzo si vede la luce azzurra dello scoppio centrale e tutti fanno Oooohhh!”   (Jack Kerouac - cit. Wiki)
1952 Nascita della Beat Generation
1964 Opposizione guerra del Vietnam
1967 Nascita cultura hippie
1968 Divampa il movimento studentesco
1969 Festival di Woodstock
1969 Easy Rider chiude la Beat Generation

Woodstock

In realtà la beat generation terminò con il Festival di Woodstock, che ne fu quindi l'apoteosi e anche la fine.

Tutti i valori della beat generation ormai si erano persi, lasciando il posto agli affaristi, che avevano visto le potenzialità commerciali della musica e della cultura hippie. Ma da quel momento l'hippie e la sua chitarra era già lontano.

L'unica cosa che rimase fu il mito di quegli anni, che più volte qualcuno tentò di far rinascere, con risultati a dir poco imbarazzanti e mendaci.

John Belushi

Dissacrante, irriverente, menefreghista quanto talentuoso, è stato l'unico artista negli anni '80 ad aver cambiato veramente il mondo del cinema.

Con Dan Aykroyd e i Blues Brothers ha impazzato dalle televisioni ai teatri di tutto il continente americano, ma poi grazie al cinema è diventato un'icona mondiale, interpretando personaggi sempre in lotta con il perbenismo e i comportamenti banalmente normali.
The Blues Brothers hanno scritto il futuro perchè ....
"..siamo in missione per conto di Dio"

The King Lizard

Jim Morrison con i suoi Doors diventa il simbolo della ribellione contro il sistema

Tra il 1968 e il 1971, lui è stato Musica, Pensiero, Poesia. E dopo più di 40 anni è ancora così