GET UP STAND UP



 



Il presente portale è a solo scopo didattico culturale e qualsiasi informazione presente o collegata non verrà adoperata a fini di lucro.
Nel caso qualche visitatore vi trovi contenuti di sua proprietà e non abbia piacere vederli qui pubblicati, può scrivere a questo indirizzo, dtmgas@tin.it , per chiedere di rimuoverli.

Dove la musica sconfigge il buio ...

La notte è ovunque e io scendo qui
alla fermata dell'Aquario
dove la luce non ha mai fine
dove le anime si toccano
dove i cuori ancora pulsano
dove la musica sconfigge il buio



Gli anni sessanta sono nell'immaginario collettivo perchè hanno rappresentato il risveglio delle coscienze giovanili che non volevano conformarsi ad una società ancora prigioniera degli orrori della seconda guerra mondiale, ma ignara delle macchinazioni politiche in gestazione, finalizzate al controllo globale a cui siamo giunti in questi ultimi anni.
Perchè il male assoluto che stiamo vivendo ora è figlio delle Idi di Marzo del dopoguerra.

Ma se adesso dopo cinquantanni riusciamo a lottare ancora con forza contro chi ha il potere di soggiogarci solo per puri interessi economici lo dobbiamo proprio a ciò che ha caratterizzato il decennio successivo, gli anni 70: la consapevolezza che ogni individuo singolo può fare la differenza quando si unisce ad altri nel nome della libertà e della verità.

La musica negli anni 70 oltre ad essere tecnicamente considerata la migliore di sempre e artisticamente la più innovativa e originale, ha avuto nelle sue rappresentazioni più genuine una caratteristica unica che poi si è replicata negli anni 80 con ancor più forza: il potere di assemblare milioni di giovani, con la mente libera dai luoghi comuni di una società perbenista, in una forza unica pronta a lottare senza ripensamenti contro i detentori del potere politico e soprattutto economico.

Gli ultimi casi dove abbiamo visto gente coraggiosa che ha avuto la forza di  denunciare gli abusi della privacy di milioni di persone da parte di agenzie governative, assomiglia intimamente alle proteste studentesche prima e di popolo poi, che chiedevano la fine della guerra del Vietnam.

Il documentario che son riuscito a inserire in questa pagina ne è la prova, e le immagini in bianco e nero degli anni 70 sembrano un ritorno al futuro di ciò che sta accadendo ora.


(Paolo Gastaldo)
MultyTheme Project - C.Fisc. GSTPLA58H21F394G