LEGIO IX



 



Il presente portale è a solo scopo didattico culturale e qualsiasi informazione presente o collegata non verrà adoperata a fini di lucro.
Nel caso qualche visitatore vi trovi contenuti di sua proprietà e non abbia piacere vederli qui pubblicati, può scrivere a questo indirizzo, dtmgas@tin.it , per chiedere di rimuoverli.

Quando l'onore attraversa i secoli ...


  <<STORIA


L'aquila è la mia legge
L'aquila è la mia famiglia
L'aquila è la mia verità
L'aquila è il mio onore
e la luce del mio coraggio
mi guida per terre buie
per colpire a morte
il nero cuore del male.


Può la voglia di onore e riscatto passare da una generaziona ad un'altra ?

Questo il senso principale del film "L'Aquila", dove l'aquila è lo stemma di Roma, simbolo di ogni centurione prima che di ogni cittadino.

É il riscatto della "Legio IX", o meglio del figlio del centurione incaricato di portare l'Aquila Romana davanti all'esercito, con l'obbligo assoluto di difenderla fino alla morte e cercare di non farla cadere nella mani dei nemici.

Ma questo film è anche un percorso di vita del figlio del centurione scomparso con la "Nona", una via di redenzione che lo porta dall'essere un soldato, comandante integerrimo pronto a sacrificarsi per i suoi uomini a costo della propria vita, a un semplice cittadino congedato con tutti gli onori perchè non più utile a causa delle sue ferite, da quella ROMA che poi scopre essere molto più "molle" e corrotta dei soldati che manda a morire per conquistare il mondo.

In quel momento capisce che per essere buoni soldati, occorre prima essere uomini, comprensivi, onorevoli, aperti, solidali anche con il nemico, con quello schiavo britanno che lui salva nel suo primo momento di questa redenzione e che alla fine del film diventa l'amico più sincero, che lo accompagna nell'impresa di riconquistare l'onore della sua famiglia , ritrovando l'Aquila persa, ma difesa dal padre fino alla morte.
E alla fine assistiamo a scene già viste purtroppo anche nel mondo reale, soprattutto nel "nostro" mondo reale: uomini o donne veri che hanno molto più onore di chi li governa.


(Paolo Gastaldo)

MultyTheme Project - C.Fisc. GSTPLA58H21F394G